fullscreen

Google sceglie un progetto del Grupo Zeta e di Cuatroochenta sull’innovazione del giornalismo iperlocale

Una piattaforma che genera contenuti di qualità sui quartieri delle grandi città, e che aiuta a far monetizzare i media locali grazie alla connessione tra i piccoli business e i consumatori. È questo il progetto scelto da Google per il suo programma europeo Digital News Initiative (DNI) – promosso dal Grupo Zeta per il quotidiano digitale madrileno Somos Malasaña, con lo sviluppo tecnologico firmato Cuatroochenta.

Il gruppo editoriale cui fanno capo i giornali spagnoli El Periódico, Sport, Interviú, Woman, El Periódico Mediterráneo e Código Nuevo è stato selezionato dal gigante della tecnologia insieme ad altri 100 progetti provenienti da 26 paesi europei, 8 dei quali spagnoli, per ricevere un finanziamento complessivo di 20 milioni di euro durante il quarto round della DNI. Il progetto presentato dall’ufficio digitale del Grupo Zeta insieme a Cuatroochenta ha ricevuto finanziamenti in una delle 4 categorie: Monetization Platform for Hyperlocal News Sites.

La piattaforma è nata per aiutare le imprese locali, i lavoratori autonomi e alcuni marchi a trovare nuovi clienti nel loro ambiente più prossimo e, allo stesso tempo, offrire possibilità di monetizzazione per supportare il giornalismo iperlocale. La proposta congiunta di Grupo Zeta e Cuatroochenta è il frutto della collaborazione avviata per sviluppare la nuova strategia digitale di uno dei media regionali, El Periódico Mediterráneo di Castellón, che è stata presentata lo scorso ottobre.

Come il gruppo editoriale ha spiegato, “il progetto permetterà a El Periódico de Catalunya di rafforzare il suo processo di trasformazione digitale in un anno decisivo, in cui è entrata a far parte delle testate digitali di riferimento in Spagna registrando una crescita di oltre il 70%, nonché di aumentare il suo impegno per raggiungere nuovi segmenti di pubblico”.

Per Somos Malasaña, il punto di riferimento digitale dell’informazione iperlocale in (fondato nel 2009 a Madrid), il supporto di Google servirà a “consolidare” il costante e risoluto impegno per “un’informazione online locale e di qualità“.

Oltre a Grupo Zeta, il programma DNI di Google finanzierà anche le iniziative di altri gruppi editoriali di prima importanza nella realtà spagnola, come Prisa (El País, Cadena Ser), Unidad Editorial (El Mundo, Marca, Expansión) o il Grupo Godó (La Vanguardia).

Comments are closed.